Malati Rari

EnglishItaliano

Sostienici

FAI UNA DONAZIONE

Miglioriamo la qualità di vita dei malati rari attraverso l’attivazione, la promozione e la tutela dei loro diritti.

 

Il tuo aiuto è importante, UNIAMO le forze.

Come fare una donazione

  • Online con carta di credito (tramite il form qui affianco)
  • Con bonifico bancario sul cc presso Banca Intesa San Paolo

Intestato a: UNIAMO FIMR Onlus

IBAN: IT53M0306909606100000010339

BIC: BCITITMM

Causale: donazione di NOME e COGNOME per attività istituzionali

Destinazione della donazione

Puoi scegliere di sostenere uno dei nostri progetti.

BENEFICI FISCALI

UNIAMO FIMR è una ONLUS (Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale). Le donazioni effettuate a favore di UNIAMO consentono di avere una serie di vantaggi fiscali.

Con l’entrata in vigore del Codice del terzo settore, sono state introdotte variazioni nella misura delle agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali ottenute.

Per le persone fisiche

Gli imprenditori individuali, i lavoratori autonomi e i soci delle società di persone (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e società di fatto ad esse equiparate dalla lettera b) del comma 3 dell’art. 5 del T.U.I.R.), possono optare alternativamente tra:

   
  • la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14 comma 1 D.L. n. 35/2005 e successive modificazioni (L. 80/2005).
  • la detrazione Irpef del 35% calcolata sul limite massimo di 30.000 euro.
 

In entrambi i casi la condizione necessaria per accedere all’agevolazione è che il versamento sia eseguito tramite banca o ufficio postale ovvero mediante assegni bancari e circolari. Per le erogazioni effettuate con carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta.

Per le imprese

Le società di capitali o cooperative o consorzi od enti di diverso tipo, pubblico o privato, che abbiano per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali (cioè uno degli altri soggetti passivi dell’Ires) possono optare alternativamente tra:

 

  • la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato
  • la deduzione dal reddito imponibile Ires del 2% del reddito d’impresa dichiarato per un importo massimo di 30.000 euro (comma 2 lettera h, art 100 T.U.I.R.).

 

Si considerano erogazioni liberali anche le “cessioni gratuite di merce” che le imprese di produzione o di vendita di beni (non di servizi) possono effettuare a favore della Onlus.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi al vostro commercialista o contattare gli uffici di UNIAMO

Creazione Siti WebRealizzazione Siti Web Roma
Torna su
× Ciao! Come possiamo aiutarti?